Home » News, Regate, Sport » Concluso il Trofeo Nino Menchelli 2016: la vittoria al J24 Mollicona

Concluso il Trofeo Nino Menchelli 2016: la vittoria al J24 Mollicona

MARINA DI CARRARA – Malgrado le avverse previsioni meteo marine avessero fatto temere il peggio, due belle giornate di sole, vento sui 10/12 nodi e tanta onda (nelle prove del sabato ma fortunatamente calata in quelle di domenica) hanno caratterizzato l’edizione 2016 del Trofeo Nino Menchelli, classico appuntamento organizzato dal Club Nautico Marina di Carrara in collaborazione con l’Associazione Nazionale Classe J24, sotto l’egida della FIV.

Solitamente il Trofeo Menchelli viene disputato in autunno ma, considerando l’imminente Campionato Nazionale Open J24 che si svolgerà da giovedì 26 a domenica 29 maggio nello stesso campo di regata, la tradizionale manifestazione è stata anticipata per permettere agli equipaggi di utilizzarla come allenamento.

Sei le prove portate a termine regolarmente nelle acque di Marina di Carrara da una decina di equipaggi che si sono dati battaglia sino all’ultimo bordo, sfoderando tutta la grinta e confermando ancora una volta la spettacolarità del monotipo più diffuso al mondo. Ed è stato proprio l’ultimo incrocio a decretare la vittoria finale, dopo un bel duello fra Ita 215 Mollicona e Ita 212 Jamaica.

Se sabato ITA 416 La Superba, timonato da Ignazio Bonanno si era imposto in tutte e tre le regate, nella giornata seguente il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare ha dovuto abbandonare la manifestazione per un malore ad un membro dell’equipaggio (Simone Scontrino, ricoverato nella notte in ospedale per una colica).

Le vittorie nelle prove di domenica sono andate nell’ordine a Ita 212 Jamaica armato e timonato dal Presidente della Classe Italiana J24 e Capo Flotta locale, Pietro Diamanti (CNMC), a Ita 215 Mollicona armato da Vincenzo Mercuri (CNMC) e a Ita 505 Ninan timonato da Alberto Manfredini (CNMC).

Alla fine è stato Ita 215 Mollicona timonato dal carrarino Giacomo Del Nero (in equipaggio con Riccardo Marini tailer/tattico, Benedetta Beba Tognetti drizze, Paolo Bottari/Niccolò Marchini albero e Massimiliano Biagini prodiere, 11 punti; 4,3,23,1,2 i parziali) ad aggiudicarsi il gradino del podio anticipando Ita 212 Jamaica (Pietro Diamanti, Fabrizio Ginesi, Giuseppe Garofalo, Gianluca Caridi e Paolo Governato; 13 punti; 2,4,6,1,3,3) e Ita 200 Take it Easy  armato e timonato da Eugenia De Giacomo (CCRuggero di Lauria, in equipaggio con Nicola Pitanti alle scotte, Marco Bruna, Matilde Pitanti e Massimo Cusimano, 15 punti; 3,2,5,2,4,4). Seguono Ita 505 Nina (16 punti) e Ita 416 La Superba (28 punti). Ottimo come sempre il lavoro svolto dal Comitato di Regata.

“Anche quest’anno, come la passata edizione, il Trofeo Menchelli è stato baciato dalla fortuna – ha commentato il carrarino Pietro Diamanti -Siamo riusciti a fare sei belle regate, divertenti e combattute: un ottimo allenamento in vista del Campionato.”“Credo siano stati due giorni molto belli e divertenti, sopratutto siamo stati molto fortunati con il meteo! Ci vediamo all’italiano” ha confermato il giovane carrarino Nicola Pitanti.

L’attenzione di tutta la Flotta J24 è ora rivolta al Campionato Nazionale che si svolgerà da giovedì 26 a domenica 29 maggio, sotto la regia del C.N.

Leggi anche:

  1. Mollicona vince il Campionato di Primavera 2016
  2. Mollicona in testa al Campionato di Primavera 2016
  3. Concluso il Trofeo Nino Menchelli-Coppa Italia: la vittoria a Jamaica
  4. Al via il Trofeo Nino Menchelli-Coppa Italia
  5. Tutti in acqua per il Trofeo Nino Menchelli-Coppa Italia

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=38408

Scritto da Redazione su mag 18 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab