Home » Authority, News, Nord » Il porto di Genova si allea col gruppo cinese CCCC

Il porto di Genova si allea col gruppo cinese CCCC

GENOVA – “Stiamo lavorando per costituire una nuova società in partnership con il gruppo cinese CCCC (China Communications Costruction company), che ci aiuterà nelle fasi di appalto di alcune grandi opere relative al porto di Genova”. Lo ha confermato il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini, a margine del convengo ‘Sostenibilità del sistema infrastrutture’ organizzato da Confindustria Genova.

A fine mese, durante la visita a Roma del Presidente cinese Xi Jinping, “l’Italia, primo Paese dell’Europa Occidentale a farlo – ha detto Signorini – firmerà un accordo bilaterale con la Cina sulla Belt&Road. In questa cornice strategica (la Cina pesa per il 30% dell’interscambio dei porti di Genova e Savona, ndr) faremo un accordo di cooperazione con CCCC, per sfruttare la sua grande esperienza in fase di predisposizione dei bandi di affidamento di alcune delle grandi opere previste dal programma del Commissario Bucci”, tra cui spostamento della diga foranea e ampliamento Fincantieri.

Il gruppo cinese, chiarisce però Signorini “non farà direttamente alcuna costruzione: ci fornirà supporto per l’affidamento delle opere ad altri. L’obbiettivo è quello di costituire una nuova società in partnership tramite cui cooperare. Ma su questo tipo di accordi l’ultima parola spetta poi al Governo”.

Leggi anche:

  1. Porto di Genova: record di container nel 2017
  2. Porto di Genova: approvato il bilancio, 330 milioni di investimenti
  3. Porto di Genova: firmato il decreto di nomina di Signorini
  4. Porto di Genova: ok a Signorini dalla commissione della Camera
  5. Porto di Genova: lunedì il via libera definitivo a Signorini

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=58900

Scritto da Redazione su mar 7 2019. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab