Home » Italia, News » Porto di Trieste: finanziamento di 15,8 milioni di euro per la Piattaforma logistica

Porto di Trieste: finanziamento di 15,8 milioni di euro per la Piattaforma logistica

TRIESTE – L’Autorità Portuale di Trieste riceverà un finanziamento di 15,8 mln di Euro da parte dell’INEA di Bruxelles  (Innovation and Networks Executive Agency) per il finanziamento del cantiere della Piattaforma Logistica, I stralcio.
Nel mese di febbraio 2015, infatti, l’Autorità Portuale di Trieste ha partecipato insieme ai porti di Koper e Venezia al bando CEF, (Connecting Europe Facility),  Transport Call 2014, Multi-Annuale, Priorità “Corridors of the Core Network”, presentando una proposta congiunta denominata “Improving North Adriatic ports’maritime accessibility and hinterland connections to the Core Network (NAPA4CORE)” che prevede la realizzazione di opere portuali finalizzate al potenziamento della dotazione infrastrutturale di base per garantire lo sviluppo futuro dei traffici e delle connessioni multimodali.
“La partecipazione a questo bando è stato il primo atto che ho sottoscritto dopo il mio insediamento al porto di Trieste e sono molto soddisfatto dell’ approvazione del progetto in sede comunitaria” ha commentato il Commissario straordinario dell’APT, Zeno D’AGOSTINO. “Siamo l’unico porto italiano che riceverà un finanziamento a valere sul bando CEF. L’UE mette a disposizione ingenti risorse finanziarie a sostegno delle politiche di sviluppo dei porti  e delle reti di trasporto ad essi collegate.

Uno degli obiettivi di questa Amministrazione è  quello di partecipare con continuità ai bandi europei,  specie quelli  volti allo sviluppo delle infrastrutture e delle attività di studio e ricerca”.
Ciascun porto ha presentato un proprio progetto.  L’APT ha proposto quale intervento, le opere infrastrutturali di base per la realizzazione del  nuovo “Hub Portuale di Trieste – Piattaforma Logistica tra lo Scalo Legnami e il P.F. oli minerali. I stralcio”, opera inserita nel programma di infrastrutture strategiche L. 443/2001, il cui contratto di costruzione e gestione è stato già stipulato a settembre 2014.

Trieste ha ricevuto un finanziamento di 15,8 mln di euro, Capodistria di circa 6 milioni. L’intervento presentato dall’Autorità Portuale di Venezia non è stato ammesso a contribuzione.I fondi saranno erogati sulla base degli Stati di Avanzamento Lavori nel triennio 2016 -2018.
Viva soddisfazione anche da parte del Sindaco di Trieste, Roberto COSOLINI: “Questo è il Porto di cui Trieste ha bisogno  e che da Sindaco voglio aiutare a crescere per il bene della comunità. Un porto che coglie opportunità, in questo caso in Europa, per sostenere investimenti, in questo caso infrastrutturali per far crescere i traffici. Andiamo avanti così: i risultati si vedono e se ne vedranno anche di più fra non molto.”

Leggi anche:

  1. Porto di Savona: in arrivo 60 milioni di euro per la piattaforma Maersk
  2. Porto di Trieste: consegna dei lavori per la Piattaforma Logistica
  3. Porto di Trieste: 2 milioni di euro dalla Regione per i servizi di trasporto combinati
  4. Porto di Trieste: firmato contratto Piattaforma Logistica
  5. Porto di Trieste: approvato progetto per la Piattaforma logistica

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=33438

Scritto da Redazione su ott 21 2015. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab