Home » News, Regate, Sport » A CHIOGGIA NEL WEEK END ALTRE TRE PROVE DEL CAMPIONATO INVERNALE

A CHIOGGIA NEL WEEK END ALTRE TRE PROVE DEL CAMPIONATO INVERNALE

CHIOGGIA – Il 40mo Campionato Invernale de Il Portodimare entra finalmente nel vivo: dopo i primi due week end caratterizzati da vento debole ed instabile, che hanno visto la conclusione di una sola prova in tre giornate di regate, nell’ultimo fine settimana il Comitato di Regata presieduto da Domenico Pugliese è riuscito a portare a termine tre ulteriori prove, che portano così a quattro il computo delle regate disputate a Chioggia e permettono una visione più ampia dei risultati.

“Fino ad oggi il tempo non ci ha assolutamente aiutato”, commenta il Presidente de Il Portodimare Gianfranco Frizzarin, “abbiamo avuto delle giornate disastrose e delle giornate veramente belle. Dopo le due prove meravigliose di ieri, oggi speravamo in un vento decisamente più costante così come previsto che però non c’è mai stato. Siamo riusciti comunque a portare a termine una prova, poi nonostante altri tentativi non siamo riusciti a concluderne altre ed il comitato di regata ha preferito fermare la gara. In classifica ci sono già quattro prove più quelle eventuali di domenica prossima.

Ci tengo a sottolineare come nell’edizione di quest’anno il nostro campionato abbia avuto la piacevole presenza di belle barche, tutte molto equilibrate tra di loro con equipaggi davvero forti e gente molto preparata”. “Regate davvero bellissime questo fine settimana”, ha commentato a terra il tattico di Demon X, Silvio Sambo, “quest’anno sarà davvero una guerra fino alla fine perchè nessuno di noi ha intenzione di mollare di un secondo. Un livello così alto in questa manifestazione non lo si vedeva davvero da tanti anni e confrontarsi in casa propria con grandi campioni fa sempre piacere”.

In classe ORC 1 continuano i risultati positivi di Sideracordis, l’X-41 di Pier Vettor Grimani davanti a Mister X, l’Italia Yacht 13.98 di Filippo Finco, e Maya, il Grand Soleil 52 di Federico Tognetti. In classe ORC 2 l’Italia Yacht 12.98 Pax Tibi di Marco Moro guida la classifica davanti a Karma, il nuovo Italia Yacht 12.98 dell’armatore padovano Vladimiro Pegoraro e a Capo Horn, il Delta 120 di Stefano Genova. Nella classe ORC dalla 3 alla 5 – che fin dall’inizio del campionato era stata annunciata come la più combattuta – la vetta della classifica è occupata da Take Five JR, l’Italia 9.98 fuoriserie di Brenno Dal Pont, davanti l’imbarcazione gemella Sarchiapone di Roberto Dubbini e Demon X, l’X-35 di Nicola Borgatello e Daniele Lombardo.

Tra i Minialtura da segnalare il dominio di Ariel su Desirò Damiano, frutto di un ottimo lavoro di messa a punto dell’imbarcazione da parte del tattico Enrico Zennaro: il Platu 25 precede in classifica l’Este 24 Maramao di Davide Ravagnan e l’Ufo 22 Safram di Tiozzo Roberto. La classifica overall, dopo che le prove sono state ricalcolate inserendo il vento implicito, vede al comando l’X-41 Sideracordis di Pier Vettor Grimani, davanti all’Italia 9.98 di Brenno Dal Pont Take Five Jr, e all’X-35 Demon X di Nicola Borgatello e Daniele Lombardo. Decisive saranno le prove conclusive della kermesse, in programma domenica prossima a partire dalle ore 11.

Foto: Velaveneta

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=43006

Scritto da su Nov 14 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab