Home » Legislazione, News, Trasporti » CLIA EUROPE: aderiscono anche i Paesi Bassi

CLIA EUROPE: aderiscono anche i Paesi Bassi

E’ stata data a Washington, la notizia di nuove adesioni alla CLIA EUROPE. La Cruise Lines International Association (CLIA), con un forte impegno, sta ampliando la propria presenza nella scena marketing dell’Europa divenendo sempre più globale. CLIA è la più grande associazione del settore commerciale delle crociere con rappresentanza in Nord e Sud America, Europa, Asia e Oceania; l’obiettivo principale dell’associazione è di rappresentare gli interessi delle compagnie di cruising, agenzie di viaggio, autorità portuali dei principali porti interessati ai loro itinerari; oltre a rappresentare anche vari partner industriali del lavoro portuale-marittimo, la CLIA è impegnata nella formazione di esperti nel campo della ricerca di mercato, della comunicazione, del turismo nautico e di promoter di viaggio-vacanza da relazionare con le migliaia di agenzie dislocate in tutto il mondo.

Dopo l’annuncio del Natale scorso con cui nove associazioni del settore crociere di tutto il mondo si erano unite insieme per formare una struttura unificata, puntuale arriva a farne parte il Dutch Cruise Council (DCC), nato nel 2009 e composto da 16 compagnie olandesi; così, il DCC, prendendo il nome di CLIA Netherlands, si unisce a CLIA UK e Irlanda e rappresenta la decima associazione che aderisce alla nuova struttura internazionale. In Francia, è stato inoltre raggiunto un accordo con AFCC, l’associazione nazionale che rappresenta il comparto, per la costituzione di CLIA France verso la fine della prossima primavera. Attualmente, CLIA sta lavorando alla costituzione di una ulteriore associazione, che sarà denominata CLIA Germany e che avrà sede ad Amburgo.

Il settore crocieristico tedesco ha registrato, negli ultimi anni, una crescita importante, con un numero dei passeggeri che è passato dalla soglia di 1,2 milioni nel 2010 a 1,4 milioni nel 2011, a testimonianza di un incremento anno su anno pari a circa il 14%. Fanno sperare per l’Italia il commento di Manfredi Lefebvre d’Ovidio, presidente di CLIA Europe:  “L’Europa rappresenta per il comparto un mercato particolarmente strategico. La diversità tra le culture, l’eredità storica e la bellezza delle destinazioni turistiche sono fattori che consentono di offrire qualcosa di diverso a ciascun viaggiatore”. Infatti, nel corso del 2013, CLIA punta a costituire altre associazioni del comparto crociere anche in Italia e Spagna, con l’obiettivo di garantire, in questi due Paesi così importanti, una rappresentanza del settore ancora più forte. .

“Il 2013 è per CLIA e CLIA Europe un anno decisivo, caratterizzato dall’implementazione di una nuova associazione globale e della relativa struttura europea – ha dichiarato Christine Duffy, presidente e ceo di CLIA – Il nostro obiettivo è quello di incrementare ulteriormente il valore del comparto a livello globale, ragione per cui l’individuazione delle risorse migliori rappresenta per noi un fattore determinante. Oggi si aggiungono alla squadra di CLIA dei nuovi professionisti, il cui contributo, ne siamo certi, sarà fondamentale”.

Si tratta di Robert Ashdown, nominato Segretario Generale di CLIA Europe, di Barbara Muckermann (già Chief Marketing Officer per MSC Crociere) nominata Global Communications Advisor di CLIA, Tomas Matesanz nuovo Direttore della Comunicazione per CLIA Europe, Didier Scaillet Vice President dell’area Business Development, Rob Griffiths (già dell’ufficio di Washington della US Coast Guard) Direttore degli Affari Tecnici del Dipartimento tecnico e regolamenti internazionali di CLIA.

 

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. L’Ambasciatore dei Paesi Bassi in Italia visita il porto di Taranto
  2. Clia: impegno alla sicurezza nel settore crocieristico
  3. Bruxelles: nasce la nuova CLIA
  4. CLIA ed ECC: più safety a bordo delle navi passeggeri
  5. Audi Melges 20 Europe Cup: No wind, no race

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=13670

Scritto da Abele Carruezzo su feb 1 2013. Archiviato come Legislazione, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab