Home » Authority, News, Nord » Porto di Ravenna: traffico in crescita dell’8,71%

Porto di Ravenna: traffico in crescita dell’8,71%

Nei primi due mesi dell’anno sono state movimentate 3.823.895 tonnellate, in crescita di 306.459 tonnellate, ovvero l’8,71% in più rispetto agli stessi mesi del 2013. In particolare gli sbarchi sono stati pari a 3,3 milioni di tonnellate (+8,2%), mentre gli imbarchi ammontano a 0,5 milioni di tonnellate (+12,0%). Sono i dati del porto di Ravenna diffusi dall’Autorità portuale ravennate. Il traffico di febbraio è stato di 1.668.632 tonnellate, 10 mila tonnellate in meno rispetto a febbraio 2013 (-0,6%).

Analizzando le merci per condizionamento si evince che le merci secche, hanno segnato una crescita del 12,2% (280 mila tonnellate in più), le rinfuse liquide hanno, invece, subito un calo del 12,7%, mentre per le merci unitizzate, quelle in container risultano in calo dell’8,3%, mentre continua il buon andamento di quelle su rotabili con una crescita del 126,7% (quasi 150 mila tonnellate).

L’incremento in valore assoluto più evidente è per i prodotti metallurgici, passati da 778 mila a 921 mila tonnellate, in crescita del 18,4% e provenienti principalmente da Taranto, Germania e Russia. Sul dato incide il fatto che da gennaio 2014 l’acciaieria Arvedi di Cremona abbia “dirottato” su Ravenna circa un milione di tonnellate di metallurgici che, in precedenza, sbarcavano al porto di Venezia. Buono anche il risultato relativo alle materie prime per le ceramiche, soprattutto argilla e feldspato, che, con quasi 130 mila tonnellate in più rispetto a gennaio e febbraio 2013, hanno registrato un incremento pari al 34,0%.

Grazie ad un eccezionale sbarco di frumento, proveniente perlopiù dall’America (Canada e USA), risultano in crescita anche i prodotti agricoli, passati da 269 mila a 367 mila tonnellate (+36,7%). Tra le rinfuse liquide si è riscontrato un forte calo dei prodotti petroliferi, con 117 mila tonnellate in meno (-29,9%) ed un incremento dei prodotti chimici liquidi, con 27.501 tonnellate in più (+17,2%).

Per i container si sono registrati 28.581 teu per i mesi di gennaio e febbraio, 3.347 teu in meno (-10,5%) rispetto al 2013. In particolare il calo più significativo ha riguardato i vuoti (-24,9%), mentre è stato di 1.553 teu per i pieni (- 6,3%). Il traffico di febbraio è stato pari a 15.439 teu, -9,9% rispetto a febbraio 2013. Per quanto riguarda i trailer sulle linee delle Autostrade del Mare sono stati movimentati 7.041 trailer contro i 5.297 dello scorso gennaio-febbraio sulla Ravenna-Catania, mentre per la linea Ravenna-Brindisi i pezzi registrati sono stati 2.026 contro i 550 di gennaio-febbraio 2013.

Sulla linea della Grimaldi con la Grecia, inaugurata proprio a gennaio, i primi due mesi hanno visto 410 pezzi da/per Igoumetisa e 1.383 da/per Patrasso. In totale nei primi due mesi sono stati movimentati 11.051 trailer contro i 6.022 del 2013 (+83,5%).

Leggi anche:

  1. Porto di Taranto: ad ottobre traffico in calo
  2. Porto di Ravenna: il traffico è cresciuto del 2,1%
  3. Porto di Savona: nel primo trimestre lieve incremento di traffico
  4. Porto di Ravenna: traffico cresciuto del 12,7%
  5. Porto di Ravenna: aumento di traffico del 6,9%

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=20574

Scritto da Redazione su mar 25 2014. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab