giovedì, Ottobre 21, 2021
HomeNauticaSalone nautico di Puglia: domani firma a Policoro per coinvolgere la Basilicata

Salone nautico di Puglia: domani firma a Policoro per coinvolgere la Basilicata

Altro importante riconoscimento per il Salone Nautico di Puglia che nei mesi scorsi, nel corso della nona edizione svoltasi sulla banchine del porto interno di Brindisi, ha fatto registrare nuovi record di presenze e di espositori.

Domani, alle ore 11.00, presso la sede di Confindustria di Policoro, i dirigenti della società brindisina sottoscriveranno un protocollo di intesa con la società “Welcome Lucania” avente come obiettivo la promozione territoriale.

Proprio attraverso l’organizzazione del Salone Nautico che si svolge a Brindisi, infatti, la società lucana intende potenziare e valorizzare un comparto economico che può risultare trainante come quello nautico.

In  questa ottica, vi è l’organizzazione, nel 2013, del 1^ Salone Nautico e Turismo della Basilicata finalizzato a dare visibilità agli operatori turistici e della nautica. L’evento sarà ampiamente pubblicizzato nel corso della prossima edizione del Salone Nautico di Puglia che si svolgerà a Brindisi dal 25 aprile all’1 maggio del 2012.

In quella occasione, la Basilicata avrà la possibilità di promuovere le proprie eccellenze, in termini di portualità turistica, enogastronomia, arte, cultura ed offerta ricettiva. “Metteremo a disposizione tutta la nostra esperienza – ha affermato il presidente del Salone Nautico di Puglia Giuseppe Meo – per valorizzare il comparto nautico di questa regione che può disporre di una portualità interessante, grazie alle marine di Policoro, Marina di Pisticci e di Maratea.

Sono certo, peraltro, che la sinergia tra Puglia e Basilicata potrà risultare fondamentale per un ulteriore sviluppo del comparto nautico attraverso tutte le sue articolazioni imprenditoriali. Insieme potremo traguardare obiettivi importanti che coinvolgono altri settori, come il turismo, l’enogastronomia, la tutela dell’ambiente e del ricco patrimonio marino e costiero.

La firma del protocollo di intesa, pertanto, non può che essere un primo passo verso l’attuazione di programmi ambiziosi e concreti”.

RELATED ARTICLES

Most Popular