peyrani
Home » Internazionale, Marinas, News, Porti » Dimezzati i tempi di scarico nel porto di Liverpool

Dimezzati i tempi di scarico nel porto di Liverpool

Il Porto di Liverpool si è dotato di una gru per lo scarico di lamiere di acciaio e le sue performance sono state evidenziate lo scorso 18 maggio, durante una dimostrazione operativa. La gru, in questione, ha una capacità di 82 tonnellate, e consente di  manovrare una bobina d’acciaio di circa 2, 5 kt  e 0,6 kt in lamiera di acciaio importati dal Brasile. Nonostante il cattivo tempo, la nuova gru ha dimostrato la sua funzionalità  per la prova e la certificazione in tempo reale; ha  movimentato 82 tonnellate  appese al suo gancio e 41 tonnellate in modalità spreader, con risultati temporali dimezzati.

Brian Mc Evoy, general manager del Porto Cargo Terminal di Liverpool, ha dichiarato: “Siamo davvero soddisfatti della capacità di questa Liebherr, nuova gru mobile. Ci sono stati ritardi dovuti alla pioggia e la necessità di mantenere la bobina d’acciaio asciutta, ma abbiamo raggiunto tempi di scarica record per una simile operazione”. David Huck, capo delle operazioni portuali per Peel Ports Mersey, ha aggiunto: “E’chiaro che questa  nuova gru mobile sta già avendo un impatto  molto positivo sull’andamento della gestione delle operazioni portuali di scarico dell’acciaio  da navi che attraccano a Liverpool. Ciò ci renderà capaci di intensificare ulteriormente i nostri servizi attraverso un mix di materie prime tra cui le rinfuse secche, metalli e container movimentati a mezzo bettolina”.

“Questa gru è la prima di una serie prevista per la consegna nel 2011 ed è un’ulteriore prova dell’impegno e della professionalità che i portuali inglesi hanno sempre avuto” ha concluso Huck. Il porto di Liverpool nel 2010 ha avuto una crescita in tutti settori – rinfuse secche, prodotti liquidi, metalli, prodotti forestali e contenitori – e continua a sviluppare ulteriormente la propria offerta di strutture portuali l’integrazione del porto di Liverpool e il Manchester Ship Canal.

Corrispondente da Londra
Em. Carr.

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Governo Italiano naviga nelle acque agitate di Assologistica
  2. Il porto visto da terra
  3. Sistema Telecomunicazioni sul Manchester Ship Canal
  4. Porto di Bari: il nuovo Terminal crociere presentato a Miami
  5. Porto di San Salvo: ricapitalizzazione per lo sviluppo turistico

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=1062

Scritto da Emanuela Carruezzo su mag 23 2011. Archiviato come Internazionale, Marinas, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab