peyrani
Home » News, Regate, Sport » FISCHIO DI INIZIO PER LA MAXI YACHT ROLEX CUP

FISCHIO DI INIZIO PER LA MAXI YACHT ROLEX CUP

Ha spiegato le vele questa mattina la spettacolare flotta di velieri riunita a Porto Cervo fino a sabato 6 settembre per la venticinquesima edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, l’evento organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con l’IMA (International Maxi Association) e con il title sponsor Rolex.

In questa prima giornata di regate si impone Alegre tra i Mini Maxi che stanno disputando il campionato mondiale della classe. Nelle altre divisioni cantano vittoria J One (Wally), Firefly (Supermaxi), Higland Fling (Maxi), Lupa of London (Mini Maxi Racing/Cruising) e Ranger (J Class).

Dopo aver atteso in banchina che il forte maestrale di questa mattina calasse, i Mini Maxi e i Wally sono partiti per un percorso di circa 36 miglia che li ha condotti fino a Barettinelli di Fuori per poi rientrare in direzione del Pevero. Il resto della flotta, invece, ha accorciato leggermente il percorso tagliando dopo La Maddalena in corrispondenza di Punta Marginetto per poi scendere verso il traguardo.

Dopo una buona partenza di Ran 5, il 21 metri Alegre alla boa di disimpegno ha preso il comando della flotta Mini Maxi e l’ha mantenuto sino al traguardo aggiudicandosi il primo posto in tempo reale e corretto. Secondo posizione per l’americano Bella Mente, affidato alla tattica del campione olimpico Terry Hutchinson, che chiude davanti al campione in carica Ran 5 dello svedese Niklas Zennstr”.

A seguito di una battaglia iniziale con Open Season e Y3K, la regata dei Wally è stata dominata interamente da Magic Carpet 3 che ha tagliato il traguardo con largo anticipo davanti al resto della flotta. Nonostante ciò, la classifica provvisoria vede al vertice J One, il 24 metri che vanta a bordo il campione danese Jens Christensen, inseguito da Magic Carpet 3 di Sir Lindsay Owen Jones e da Y3K di Claus-Peter Offen.

La regata dei Supermaxi si conclude a favore del 35 metri Firefly che, con l’applicazione del tempo corretto, riesce a guadagnare la vetta della classifica. Seguono lo sloop svizzero Inoui e il 36 metri Viriella del socio YCCS Vittorio Moretti.

Nella categoria dei Maxi buona la partenza per il 25 metri Highland Fling che per la tattica si affida all’esperienza del campione di Coppa America Peter Holmberg. Seguono nella classifica provvisoria rispettivamente Odin e Bristolian.

Parte con il piede giusto anche il 24 metri di Jeremy Pilkington Lupa of London che agguanta il primo posto della classifica provvisoria dei Mini Maxi Racing/Cruising. Al secondo posto si piazza Arobas del francese Gérard Logel seguito dal 18 metro Wallyño.

Nella divisione J Class il 41 metri Ranger e il 40 metri Rainbow si sono resi protagonisti di un avvincente testa a testa con quest’ultimo che ha tagliato il traguardo per primo per una manciata di secondi. L’applicazione del tempo corretto premia però Ranger che chiude la classifica provvisoria in prima posizione davanti a Rainbow e a Velsheda.

Al termine della regata gli equipaggi si sono radunati in Piazza Azzurra per il refreshment in attesa di ritrovarsi sulla linea di partenza domani, martedì 2 settembre, alle 11.30. Per i Mini Maxi, i Wally e i J Class si prospetta una giornata di regate a bastone, mentre i Maxi, i Supermaxi e i Mini Maxi Racing/Cruising saranno impegnati in un altro percorso costiero. Le previsioni parlano di 15/16 nodi di vento da nord/nordovest.

Leggi anche:

  1. BATTAGLIA IN CORSO ALLA MAXI YACHT ROLEX CUP
  2. INIZIA LO SPETTACOLO DELLA MAXI YACHT ROLEX CUP
  3. Maxi Yacht Rolex Cup 2011: penultimo giorno
  4. Maxi Yacht Rolex Cup: vittoria di Ran 2
  5. Maxi Yacht Rolex Cup 2011: torna in Costa Smeralda lo spettacolo dei maxi

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=23728

Scritto da Redazione su set 1 2014. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 11 N°2

BRINDISI - Uno speciale su porto di Venezia, dagli accordi internazionali con Tianjin e Rostock alla crescita dei traffici grazie alla “cita del ferro”, è tra gli argomenti di questo nuovo numero della rivista Il Nautilus. All’interno anche i porti del Nord Sardegna in continua crescita sul fronte dei passeggeri. A cura di Stefano Carbonara, le ultime novità sul pronunciamento dell’Aja nell’arbitrato delle Filippine. Poi i dati Nomisma sul porto di Genova, l’autostrada del mare di Livorno verso Fujairah, l’adeguamento dei porti rispetto alla pesatura dei container e la piattaforma di Vado Ligure finanziata dall’Unione europea. Infine i costi dei porti green, da Adriatic Sea Tourism Report un focus sui porti dell’Adriatico, l’importanza dell’acquacoltura, il piano regolatore di Salerno e le gare di motonautica che si sono svolte a Brindisi a luglio.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2016 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab